Appunti di diritto (in)civile.

Bibliotecaria mancata. Studentessa quando capita. Giurista in divenire.

Abortire nella terra degli obiettori

2 commenti

Mi preme segnalare questo articolo, riportato anche da un sito che, già che ci sono, vi consiglio di tenere d’occhio: Zero Violenza Donne.

Chi segue Diritto (in)civile da un po’ sa già come la penso sull’aborto. Chi, invece, passa di qua per la prima volta, può dare un’occhiata a questo post (commenti compresi). Questo solo per dire: non sono favorevole all’aborto inteso come “contraccettivo ritardato” e, personalmente, credo non abortirei mai (ma, dopotutto, mai dire mai, che in certe situazioni bisogna trovarcisi).

Nonostante questo, ritengo che ci siano delle situazioni in cui, purtroppo, l’aborto debba essere preso in considerazione e penso che fare di questa scelta di per sé già difficile e dolorosa un interminabile percorso a ostacoli sia un atto di egoismo e violenza.

Perché leggendo le storie di queste donne, davvero non capisco come si possa essere tanto insensibili da abbandonarle a se stesse in simili momenti (intendo soprattutto dopo l’aborto, ma leggendo l’articolo capirete a cosa mi riferisco). Non credo spetti all’uomo (inteso come essere umano e non come essere di sesso maschile) giudicare, in questi casi. Tanto più lasciando queste donne da sole per ore, con il feto che hanno espulso tra le gambe, ancora caldo. Umanamente, mi sa tanto di crudeltà gratuita.

Ora. Non voglio aprire un dibattito sul tema “aborto sì/no”. Ce ne sono già troppi e verrebbe fuori un pandemonio. Vorrei solo che, dopo aver letto l’articolo linkato, tutti provassero a mettere da parte convinzioni politiche/religiose/sociali e a porsi, semplicemente, nei panni di chi ha appena perso un figlio che, per un motivo o per l’altro, non potrà mai stringere tra le braccia.

Buona lettura.

Annunci

2 thoughts on “Abortire nella terra degli obiettori

  1. Mia cara..ultimamente sei proprio politicamente scorretta!!aborto, donne troppo acculturate.. ma che sei matta???
    ehehehe
    Tornando serie, per quanto uno (io son semrpe stata favorevole, ma capisco i dibattiti) non può essere d’accordo bisogna sempre pensare che l’aborto per alcune donne oltre che essere un diritto è anche l’unica soluzione. E poi è semrpe e comunque un gran dolore che va rispettato in silenzio.. cosa che in uesto paese nessuno sa fare.

    ps: ho notato che quella cagat.. emm, volevo dire l’articolo di Libero ha riscosso un successone!! xD

    • Concordo: per alcuni sembra che l’aborto sia da considerarsi solo come un capriccio egoista delle donne. Più che dibattiti accesi, leggi e altro ancora (che comunque sono essenziali), secondo me è necessaria, anzitutto, una bella dose di umanità. E di empatia.

      ps: visto? 😛 Da una parte mi dispiace, perché a certa gentaglia bisognerebbe dare pochissima visibilità, ma dall’altra… come fai a non arrabbiarti di fronte a certe cose?

      Buona domenica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...